Testo questione d'orario - Appino

Testo questione d'orario - Appino

copertina album Il testamento Appino


Il treno giusto è partito preciso puntuale proprio sotto al loro naso
lui vestito da bambina lei pelliccia scadente una mamma per caso
la sanità mentale quanti discorsi una questione d'orario
un pensiero di troppo anche banale e le cambiano binario

il po divide un po'  tutti nel bene nel male sopratutto nel male
da Belluno a Potenza ce chi aspetta il maestrale 
un ritorno devi fare e l'uomo nero che dorme sul davanzale 

grande risparmi vantaggi esclusivi per chi è stato puntuale 
lei si rassetta i capelli , borsa stretta sulle gambe e prega Dio legge il giornale
lui ne capisce ancora poco crede in tutto quel che vede per una bambina è anche normale
è l'uomo nero intanto si è svegliato stringe l'altro figlio è va a lavorare

il po divide un po' tutti nel mare di fango in cui ci piace nuotare
da Salerno a Potenza tre ore di regionale un grande finale
e l'uomo nero ha due numeri da giocare 

e anche se il cuore l'esplode in petto e la rabbia la fa vomitare 
anche se lui non è più nel suo grembo sente ancora il cordone ombelicale
è normale è normale è normale 

Commenti

Post popolari in questo blog

Accordi Le luci della centrale elettrica - Coprifuoco - Terra

Accordi The Zen Circus - Non voglio ballare

Accordi Levante - Alfonso